Escursionismo

Riscoprire il legame con la natura che ci circonda, la voglia d'avventura, il desidero di scoprire nuovi luoghi incontaminati.

Fin dagli albori, l'uomo è sempre stato spinto dal desiderio di esplorare nuovi territori, provare nuove sensazioni. L'escursionismo permette di reinstaurare il contatto con la natura, una volta fondamentale, che con il passare del tempo si è andato via via perdendo.

"In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca."

L'escursionismo è un'attività motoria basata sul camminare nel territorio, sia lungo percorsi (strade, sentieri), sia liberamente, al di fuori di percorsi fissi.

Spesso, derivando il termine dalla lingua inglese, viene indicato anche come trekking o hiking. Il primo termine deriva dal verbo inglese "to trek", che significa camminare lentamente o anche fare un lungo viaggio. Il secondo deriva dal verbo inglese "to hike", che significa camminare.

All'escursionista è richiesto il rispetto dell'ambiente che attraversa, evitare di produrre eccessivo rumore, rispettare i sentieri, non manomettere la segnaletica, non lasciare rifiuti (che potranno essere compattati e trasportati fino ad un cestino, o meglio ancora a valle). Non cogliere specie botaniche protette o molestare animali selvatici, accendere fuochi solamente in luogo adatto e con adeguata competenza, spegnerlo accuratamente prima della partenza, non gettare mozziconi di sigaretta o fazzoletti di carta comunque utilizzati. Cosi facendo si potranno apprezzare le bellezze della natura senza intaccare l'ecosistema.

Molti escursionisti seguono la filosofia di Leave No Trace ("Non Lasciare Tracce"), ovvero far sì che ogni futuro escursionista non si accorga del passaggio di precedenti persone. Tale filosofia si compone di regole ben precise rispetto a smaltimento dei rifiuti, packaging alimentare e rispetto dell'ambiente.

GranSassoLagaTrek origanizza escursioni aperte a tutti